venerdì 1 giugno 2012

Passeggiando tra le chiese

S. Andrea al Quirinale
Sono passati un po' di giorni dal mio ultimo post. Ho un mucchio di novità da raccontarvi, ma oggi voglio parlarvi della chiesa.

Ho già raccontato, in questo mio post, di come la scelta del luogo della celebrazione sia un fattore importante a Roma, per via delle tante bellissime chiese che pullulano nella città, ma, soprattutto, per via delle tantissime coppie che sognano di sposarsi nella loro preferita.

Ma bando alle ciance e vi racconto del mio tour in giro per la città. Sabato 19 maggio, ore 7:30. Stazione Tiburtina. Niente valigia stavolta, solo uno zainetto con lo stretto necessario. Autobus e via.

S. Andrea al Quirinale
Prima tappa: S. Andrea al Quirinale. Arrivo con mezz'ora di anticipo sull'apertura e mi gusto i delizisi giardini attigui, poi finalmente entro e rimango d'incanto. Questa chiesa è chiamata "la perla del Bernini" e non potrebbe esserci nome più adatto. Piccola, tonda. Barocca ma con buon gusto. Bellissimi gli angeli intorno alla cupola. Credo che sia la più bella chiesa di Roma, sicuramente la più bella per un matrimonio. Esco e cerco disperatamente un vigile, che conferma ciò che già sapevo: il parcheggio è inesistente. No, non avete capito, non è che è difficile trovarlo, non c'è proprio. Solo residenti. Altrimenti ganasce. Magari il sabato è difficile che passino, d'accordo chiudono un occhio se vedono una coccarda sulla macchina... Ma mi appare la visione dei miei invitati bloccati con una ganascia sulla ruota. Mi incammino per la prossima tappa.

S. Domenico e Sisto
S. Domenico e Sisto
Seconda tappa: S. Domenico e Sisto all'Angelicum. La scalinata è spettacolare. La guardo e la riguardo. La fotografo e poi la riguardo. Il parcheggio c'è. Anche l'interno è molto bello. Molto barocco, niente a che vedere con S. Andrea. Però merita veramente.






S. Pietro in Vincoli
Terza tappa: S. Pietro in Vincoli. Inizialmente non l'avevo prevista e devo allungare un po' il percorso, ma adoro questa chiesa e voglio tornare a vederla. Decisamente più sobria ma molto bella. Parcheggio a pagamento a volontà. So che dietro la chiesa c'è anche del posto gratuito. Solo... mi disturba quel cumulo di turisti davanti alla Pietà di Michelangelo. Beh magari se vedono un matrimonio non entrano.




S. Marco
Quarta tappa: S. Marco Evangelista. Malgrado dalle foto apparisse meravigliosa, ora è molto buia e non mi piace. Sicuramente per i matrimoni viene illuminata, ma non riesco ad immaginarmela. Sembra troppo grande e maestosa. Preferivo S. Domenico e Sisto.





S. Maria in Aracoeli
S. Maria in Aracoeli
Quinta tappa: S. Maria in Aracoeli. Bella decisamente, ma troppo maestosa e grande. Non è nel mio stile.










S. Bartolomeo all'Isola
Sesta tappa: S. Bartolomeo all'Isola. Atmosfera sul Tevere romanticissima. Difficoltà per il parcheggio. La chiesa è molto molto carina, ma  ho ancora S. Andrea nel cuore e questa non regge il confronto.

S. Maria in Trastevere
Settima tappa: S. Maria in Trastevere. Cammino per i vicoli e già mi emoziono: ho sempre adorato questo quartiere. Ho sempre amato questa chiesa e sognato di sposarmi qui. Mentre ammiro l'incantevole mosaico dorato mi scendono le lacrime. Ma sto piangendo per l'emozione o perché sto rinunciando a lei? Posso chiedere ai miei invitati, soprattutto a quelli che vengono da Milano, di arrivare fin qui e perdersi tra i vicoli? Posso chiedere alle donne di camminare coi tacchetti su questi sanpietrini?

S. Pietro in Montorio
Ottava tappa: S. Pietro in Montorio. C'è un matrimonio e la chiesa è molto bella. Più che nelle fotografie. Anche il parcheggio c'è a volontà, ma so già che per il mio giorno è occupata. Se la voglio devo cambiare data.

Si è fatta ora di pranzo e ormai le chiese stanno chiudendo. Autobus verso casa. Nel pomeriggio mi attende un altro giro. Stavolta in automobile.

Mausoleo di Costanza
Nona tappa: Mausoleo di Costanza. Anche qui c'è un matrimonio e la chiesa mi appare al meglio. E' rotonda e antichissima. La luce è soffusa, esattamente come nelle foto che ho visto. Il parcheggio scarseggia anche qui, ma in compenso la chiesa è facilmente raggiungibile. Merita veramente. La particolarità di questo posto è che tutti, sposi e prete compresi, sono disposti a circolo, creando un'atmosfera molto intima. Però avere gli invitati di fronte non rischia di essere imbarazzante?

S. Maria in Domca
Decima tappa: S. Maria in Domca. Ancora matrimonio, ancora una chiesa molto bella. Così addobbate fanno sicuramnte un altro effetto. Parcheggio con difficoltà tra le automobili degli invitati.

S. Stefano Rotondo
Undicesima tappa: S. Stefano Rotondo. E' quasi accanto alla precedente. La sposa è fuori e stanno già portando via gli allestimenti. E' simile a Santa Costantanza ma un po' più grande e meno bella, anche se più luminosa.

S. Nereo e Achilleo
Dodicesima tappa: S. Nereo e Achilleo. Anche qui stanno smontando. Chiesa completamente diversa, completamente affrescata. E' immersa nel verde e il parcheggio qui non manca di certo. Quasi quasi...



Torno a casa ancora confusa. Dio che dilemma. Però alla fine la chiesa l'ho scelta. Qual'è? Lo scoprirete nella prossima puntata.

1 commenti:

Anonimo ha detto...

Grazie mi è stato molto utile!

Posta un commento